In evidenza

Programma FESTA ORATORIO posticipata al 14 GIUGNO 2019

Una festa per celebrare una realtà, per dare slancio ed entusiasmo, per fare memoria della nostra storia “che è per sempre e per sempre sarà!” e per vivere lo stile che caratterizza il nostro essere cristiani!
Un momento straordinario da calare nell’ordinario! #osfn2019 #festaoratorio #thesun

Ecco il programma della grande festa dell’Oratorio 2019.

COMUNICATO UFFICIALE Festa Oratorio posticipata al 14 giugno 2019

Comunichiamo che il Concerto “Ogni benedetto giorno” The Sun, in programma per il 25 maggio 2019, a Castel San Giovanni, viste le critiche condizioni climatiche, è rinviato a VENERDI’ 14 GIUGNO 2019, presso parco Villa Braghieri,

Programma e orari del pomeriggio e della serata  non subiranno cambiamenti.

Domenica 26 maggio alle ore 10.30 celebreremo la S. Messa in Collegiata con il mandato educatori dell’estate e rivolgeremo le nostre preghiere a San Filippo Neri

56* Pellegrinaggio a Strà – Marcia della fede

Il nostro itinerario di fede è uguale a quello di Maria, per questo la sentiamo particolarmente vicina a noi! Per quanto riguarda la fede, che è il cardine della vita cristiana, la Madre di Dio ha condiviso la nostra condizione, ha dovuto camminare sulle stesse strade frequentate da noi, a volte difficili e oscure, ha dovuto avanzare nel «pellegrinaggio della fede». Il nostro cammino di fede è legato in modo indissolubile a Maria da quando Gesù, morente sulla croce, ce l’ha donata come Madre dicendo: «Ecco tua madre!» (Gv 19,27). Queste parole hanno il valore di un testamento e danno al mondo una Madre. Da quel momento la Madre di Dio è diventata anche Madre nostra! Nell’ora in cui la fede dei discepoli veniva incrinata da tante difficoltà e incertezze, Gesù li affidava a Colei che era stata la prima a credere, e la cui fede non sarebbe mai venuta meno. E la “donna” diventa Madre nostra nel momento in cui perde il Figlio divino. Il suo cuore ferito si dilata per fare posto a tutti gli uomini, buoni e cattivi, tutti, e li ama come li amava Gesù. La donna che alle nozze di Cana di Galilea aveva dato la sua cooperazione di fede per la manifestazione delle meraviglie di Dio nel mondo, al calvario tiene accesa la fiamma della fede nella risurrezione del Figlio, e la comunica con affetto materno agli altri. Maria diventa così sorgente di speranza e di gioia vera!